Chiedo alle Stelle: “Su che partner dovrei concentrare la mia ricerca dell’amore?”

Questa domanda è stata posta da una consultante successivamente alla rottura con il proprio partner. Quindi andiamo a vedere il tema sotto una chiave legata ai sentimenti.

astro_2gw_.28506.42540I pianeti non sono distribuiti in modo omogeneo e poggiano in maggior parte sulle Case 5 e 7, troviamo qui 8 degli 11 pianeti del tema natale. In particolar modo andremo ad analizzare la posizione di Marte che in un tema natale femminile indica anche il partner che bisognerebbe cercare.

Iniziamo dall’analisi detta settima Casa. Abbiamo i pianeti Saturno, Luna e Urano.

Saturno indica che ci sia bisogno di una grande serietà e soprattutto maturità nella persona con cui si vuole stare, per questo spesso questo aspetto si trova in temi natali di persone che decidono di condividere la propria vita con un partner di età più avanzata della propria. Altro indice di cosa succederà è l’amore improvviso visto che Urano indica un’energia creatrice inaspettata. Si troverà il partner come piombato dal cielo. Altro aspetto che può significare Urano in questa posizione è il divorzio. Non per forza indica che si concluda un rapporto sfociato nel matrimonio con la separazione, ma si potrebbe finire con l’innamorarsi di una persona divorziata. Saturno rende la selezione dell’uomo o della donna amata molto minuziosa, perdendosi facilmente in dettagli, soprattutto se abbiamo come Sole la Vergine che è decisamente un pignolo in partenza. Cercare in continuazione difetti nel partner perché “deve essere perfetto” porterà a spingere sempre più in là nel tempo la decisione e ciò porterà per ovvie ragioni a decidere tra partner con un bagaglio sostanzioso con loro.

La Luna indica che nel partner si cerca anche molta sintonia sentimentale. Sì vuole condividere molto con il partner.

Ultimo dettaglio indicato da Urano è il fatto che si ha bisogno di molta libertà nel rapporto, non si finirà in un rapporto conforme a quello che la società si aspetta, anzi il forte bisogno di libertà spesso porta a optare per un rapporto poco convenzionale ma che porti entrambi a respirare. Non ci si lega in questo caso, per cui è meglio se anche il partner scelto ha Urano in Settima Casa o un aspetto che lo renda poco incline agli stereotipi.

Luna in Ariete

La Luna è il maestro del segno del Cancro e nell’Ariete si trova in una posizione di leggero svantaggio, visto che si trova nel segno che quadra al suo domicilio.

La Luna come abbiamo visto nel post a lei dedicato, rappresenta in primo luogo e genericamente il femminile. La madre, la moglie, le sorelle, ma anche le donne in generale e l’atteggiamento che si ha nei loro confronti. Inoltre, indica la sfera sentimentale e nel periodo dell’esistenza: l’infanzia.

L’Ariete è un segno di Fuoco e dominato da Marte, poco ha a che vedere con un pianeta il cui dominio è in Acqua.

Le due energie così mischiate danno di per sé luogo a delle difficoltà che bisognerà imparare a gestire con l’esperienza data dalla maturità.

L’infanzia di chi ha la Luna in questo segno di solito è un’infanzia difficile se non addirittura infelice. L’aspetto più importante di questo periodo della vita è la mamma e trovando qui le indicazioni per capire il rapporto con questa figura, possiamo dire che il rapporto sia di base conflittuale, la madre viene vista come una persona molto energica ma carente di quell’affetto che ci si aspetterebbe da questa figura. Ne consegue che i bambini una volta adulti cercheranno delle donne che siano di questo stampo, mentre le bambine diventeranno donne forti e “marziane”.

A livello sentimentale l’irruenza arietina spinge le persone a fare azioni improntate su dei sentimenti fugaci, se non si hanno altri aspetti che smorzano i toni di una Luna in Ariete. In più agendo così di impulso e con la carica esplosiva del segno ci si trova davanti alle conseguenze delle proprie azioni senza aver avuto modi di valutare quali avrebbero potuto essere. Il mio consiglio spassionato a queste Lune è sempre quello di non buttarsi a capofitto nelle questioni sentimentali perché l’Ariete è troppo volubile e solo raramente ci si imbatte per davvero in quello di cui si ha bisogno.

Chiedo alle Stelle: Lavoro e Amore nel Tema Natale. P.3

Visto che l’idea sta piacendo sia a me che a voi, d’ora in avanti ci sarà un post il mercoledì dedicato alle vostre domande sui vostri temi natali. Ovviamente le risposte saranno pubblicate in forma anonima su zahrayakine.com.

“Buongiorno!
Ho letto con grande interesse le sue analisi astrologiche, davvero molto dettagliate e illuminanti. Le sarei grato se potesse dare uno sguardo al mio tema di nascita, e ancora di più se potesse consigliarmi per quanto riguarda la vita professionale, e sentimentale. […]  In riferimento al lavoro, sono nel complesso soddisfatto ma mi piacerebbe fare un salto di qualità ed essere più produttivo. Mi sento in qualche modo bloccato. […] 
Il lato sentimentale si può dire che non sia mai veramente decollato, in quanto sono sempre stato single a parte una brevissima parentesi […]. 

Grazie per la cortese disponibilità!”

astro_2gw_roberto_dal_blog.37372.216647

Prendendo in analisi il tema dal punto di vista lavorativo, invece abbiamo una Casa Sesta che è stracarica di pianeti e di conseguenza di energia.

Penso sia piuttosto normale per una persona così carica non sentirsi arrivata al traguardo più altro. Abbiamo innanzitutto Marte che porta a voler agire sempre, inoltre la seconda parte della Casa è nel Sagittario ed anche questo segno punta sempre molto in alto.

Guardando solo i segni che coprono la Casa posso dire che il soggetto è una persona che nella propria vita lavorativa ha iniziato con una profonda ricerca e che con il tempo, anche se queste ricerche non hanno dato buoni frutti, continuerà ad ambire a risultati sempre migliori.

Analizzando invece i pianeti nel settore troviamo la Venere e questo mi fa credere che si faccia un lavoro che si ama davvero, inoltre avendo lì anche il Sole, ci si identifica molto in quello che si fa. Marte porta a dare tutto sé stesso nel lavoro, i risultati ottenuti sono molto importanti e nulla può fermare dall’arrivare a nuovi traguardi. La conoscenza è ciò su cui si basa il proprio lavoro visto che troviamo in questa casa anche Mercurio.

Infine, ad influenzare la sfera lavorativa, abbiamo Urano e Nettuno. I due pianeti formano tra i loro un aspetto di semi sestile e questo mi fa credere che ci sia una buona dose di “innovazione visionaria” in ciò che si fa. Spetto gli aspetti forti di Urano creano soggetti che sono precursori del futuro. Sono persone che corrono avanti da sole e in buona parte sono consapevoli del loro stato. Con Nettuno nella stessa casa, abbiamo una buona dose di fantasia che è fondamentale per chi con la mente vaga alla ricerca di risposte, anche quando sono legate agli aspetti più concreti e terreni della vita quotidiana. Teniamo presente che Nettuno è anche in posizione di trigono alla Luna e potrebbe dare esito a delle rivelazioni lavorative in sogno.

Se questa interpretazione ti sta piacendo, mercoledì prossimo potrai  leggere un’altra. Se invece vorresti vedere il tuo tema, SCRIVIMI!

PLUTONE

Con mia immensa gioia, oggi parliamo dell’ultimo dei Pianeti (conosciuti?) del Sistema Solare. Il mio preferito: Plutone.

È fondamentale ricordare che sappiamo dell’esistenza di questo pianeta da soli 90 anni e visto che la sua rivoluzione è di 249 anni, abbiamo ancora molto da osservare.

Plutone è il Maestro del segno dello Scorpione, con cui divide molti significati, e dell’Ariete. Ci troviamo davanti agli stessi domini di Marte ma siamo nel punto più lontano dal Sole, sull’ultimo dei pianeti transaturniani. L’esilio lo troviamo in Toro e Bilancia.

Chi segue un po’ l’Astronomia saprà che Plutone è ora catalogato come Pianeta Nano viste le sue caratteristiche particolari. Quello che influenza però il significato astrologico è che anche se è il più esterno dei pianeti, durante la sua posizione in Scorpione entra all’interno dell’orbita di Nettuno (l’ultima volta è stato dal “83 al “95), inoltre la sua inclinazione rispetto all’eclittica è di 17°.

Tornando alle questioni astrologiche, il geroglifo di Plutone ha varie tipologie, la più comune è quella americana che rappresenta una croce su cui poggia una coppa (che richiama il simbolo nettuniano) con al centro una sfera. Viene anche spesso indicato con un simbolo che indica sia le iniziali del suo scopritore, che le prime due lettere del pianeta stesso.

Mitologicamente Plutone è legato ad Ade, il dio degli inferi. Come avevamo già visto parlando di Nettuno: Plutone, Giove e Nettuno sono figli di Crono e si spartirono il mondo prendendo Nettuno gli abissi, Giove le terre e Ade gli inferi.

Plutone non rappresenta solo ciò che è negativo, anche se sono questi gli aspetti che saltano alla mente per primi.

In quanto dio degli inferi ha il compito di far sì che le anime dei morti raggiungano l’aldilà e quando viene sulla terra si copre con un elmo che lo rende invisibile. Per questo Plutone è legato molto all’invisibile, ha ciò che è inconscio. D’altro lato è anche molto istintuale, rappresentando sia la morte che la nascita indica l’istinto dell’atto sessuale al fine della procreazione. Fisicamente troviamo tra i suoi significati quello di ghiandole sessuali e di sperma.

Tornando a Plutone come dio degli inferi voglio ricordare che questo pianeta è anche indice di potere.

Chiedo alle Stelle: Lavoro e Amore nel Tema Natale. P.2

Visto che l’idea sta piacendo sia a me che a voi, d’ora in avanti ci sarà un post il mercoledì dedicato alle vostre domande sui vostri temi natali. Ovviamente le risposte saranno pubblicate in forma anonima su zahrayakine.com.

“Buongiorno!
Ho letto con grande interesse le sue analisi astrologiche, davvero molto dettagliate e illuminanti. Le sarei grato se potesse dare uno sguardo al mio tema di nascita, e ancora di più se potesse consigliarmi per quanto riguarda la vita professionale, e sentimentale. […]  In riferimento al lavoro, sono nel complesso soddisfatto ma mi piacerebbe fare un salto di qualità ed essere più produttivo. Mi sento in qualche modo bloccato. […] 
Il lato sentimentale si può dire che non sia mai veramente decollato, in quanto sono sempre stato single a parte una brevissima parentesi […]. 

Grazie per la cortese disponibilità!”

astro_2gw_roberto_dal_blog.37372.216647

Giove dalla Terza Casa si pone in aspetto armonico sia alla Luna che a Marte e Mercurio. Credo di essere davanti ad un grande oratore. Non solo perché Giove è in Terza Casa (settore della comunicazione, stampa, fratelli e vicini) ma anche per questo meraviglioso trigono con Mercurio. Tra l’altro abbiamo Marte, Mercurio e Nettuno (che però non considero in Trigono visto che dista 8° da Giove) in Sagittario che sono governati da Giove, insomma questa non è una persona che parla in continuazione, poco gli manca.

Il Sagittario è un segno arrivista, ma a livello mentale. Lui punta a tutto ciò che è al di sopra della quotidianità, non è legato al materiale. Il Sagittario è superiore. È spirituale, filosofico, studioso.

Tornando al punto di partenza, la Luna, questi sentimenti vengono solleticati da menti illuminate e grandi dialoghi, non da risate, bellezza o tenerezza.

Analizzando anche l’altro pianeta legato all’amore, la Venere abbiamo una situazione che, anche se in maniera molto diversa, mi conferma quello che ho appena sostenuto.

La Venere cade nel segno dello Scorpione, un segno d’Acqua, quindi recettivo. Lo Scorpione scava nel profondo di ciò che riceve, lavora e rielabora.

La mia franca opinione riguardo a questa Venere è che, complice il quadrato a Giove in Terza Casa, non le viene dato modo di essere libera nell’ambito in cui si trova. Ci troviamo anche in una situazione in cui la Casa Quinta, che considero ora come settore dell’atto fisico dell’amore, ospita Plutone. La sfera sessuale di questa persona viene nascosta. Non vedo nulla che porti ad uno stato di sofferenza per la situazione, anzi la si vive con equilibrio e con consapevolezza, ma questo si tramuta comunque in uno stato in cui le relazioni a lungo termine sono messe in difficoltà dai segreti.

La Venere in più si trova congiunta a Urano da questo punto di vista potremmo considerare l’amore come una manifestazione improvvisa. Urano, come ho scritto nel post a riguardo, viene creato da Gea come suo compagno per la vita, ma lui ne diventa talmente ossessionato da volerla solo per sé ed è proprio questo suo atteggiamento che porterà alla rottura tra i due. Una Venere congiunta ad Urano porta, secondo Barbault, ad avere una tendenza a dei colpi di fulmine anche qui con una dose di intelletto molto presente, che spinge il soggetto coinvolto a slanci amorosi che, forse proprio a causa della forte energia in ambito, a sfociare in brusche rotture.

Se consideriamo la Casa Settima come il settore del matrimonio, benché la troviamo vuota, possiamo considerare che al suo interno ci sia di riflesso Giove. La cuspide di questa Casa cade nel Sagittario quindi richiama a sé il suo Maestro Giove. Questo pianeta rappresenta molte cose, tra le quali la fortuna. Giove natale del soggetto cade in Terza Casa ed è nel segno del Leone. Al fine di riuscire nell’intento di avere una relazione stabile secondo me si può provare a cercare, senza ossessionarsi, una persona che sia molto solare e con cui si abbia un buon rapporto comunicativo verbale.

Se questa interpretazione ti sta piacendo, mercoledì prossimo potrai  leggere la terza e ultima parte. Se invece vorresti vedere il tuo tema, SCRIVIMI!

NETTUNO

I pianeti detti generazionali sono tre: Urano, che abbiamo visto nello scorso post, Nettuno e Plutone, che vedremo la settimana prossima. Vengono detti così perché rimanendo in ogni segno per un lungo periodo di tempo segnano una generazione.

La rivoluzione di Nettuno dura 164 anni e 280 giorni, staziona in ogni segno tra i 12 e i 13 anni. Il suo dominio lo troviamo nei segni dei Pesci (femminile) e Sagittario (Maschile). L’esilio in Vergine e Gemelli. Per l’Esaltazione e la Caduta non c’è una linea ufficiale.

Come per quanto riguardava il simbolo di Urano, anche in quello di Nettuno vediamo una sorta di canalizzazione energetica dall’alto verso l’Io. La ricettività di questo pianeta è molto più ampia, lo stesso infatti indica una permeabilità all’ambiente circostante passiva. È importante sottolineare come la ricettività sia inconsapevole perché quando questo pianeta ha una posizione particolarmente importante nel tema può dare vita a sensitivi e medium. Ci apre all’infinito.

In più Nettuno è fortemente legato all’inconscio collettivo.

La sua figura mitologica era Poseidone, diventa Nettuno presso i romani. Lui e i fratelli Giove e Ade si dividono il Mondo: a Giove va la parte terrena, ad Ade vanno gli inferi e Nettuno regnerà sugli abissi.

Nettuno però cercherà più volte di invadere la terraferma e possiamo interpretare astrologicamente questo aspetto come un volere dell’inconscio di venir fuori, in modo spesso anche violento. Inoltre, essendo anche inconscio collettivo e fermandosi in ogni segno per un così lungo periodo dà luogo ai movimenti di massa.

Nettuno, nonostante sia il re degli abissi, ha una certa fissazione per i cavalli. Sua madre sacrificò un cavallo per darlo in pasto al marito salvando il figlio, che più avanti si tramuterà nello stesso animale per accoppiarsi con Demetra che si era trasformata in giumenta per riuscire ad evitare le insistenti avance del dio. Inutilmente. Il cavallo va a rappresentare l’istintualità e la libido.

Vediamo così anche l’aspetto di mutamenti e trasformazioni che porta il pianeta.

Nettuno va studiato attentamente in un tema in quanto abbiamo le due facce di una stessa medaglia che portano a due risultati completamente opposti.

In senso positivo troviamo l’arte, la curiosità, la genialità, una fortissima forma di intuito. Dall’altra invece abbiamo turbe psichiche, isolamento, incapacità ad affrontare la realtà per quello che è ed allontanarsene con l’uso di droghe. Può anche portare ad una costante fuga dalle proprie responsabilità.

Nettuno però è anche sacrificio, rappresenta chi rinuncia a ciò che desidera per non cadere in errore.

Chiedo alle Stelle: Lavoro e Amore nel Tema Natale. P.1

Visto che l’idea sta piacendo sia a me che a voi, d’ora in avanti ci sarà un post il mercoledì dedicato alle vostre domande sui vostri temi natali. Ovviamente le risposte saranno pubblicate in forma anonima su zahrayakine.com.

“Buongiorno!
Ho letto con grande interesse le sue analisi astrologiche, davvero molto dettagliate e illuminanti. Le sarei grato se potesse dare uno sguardo al mio tema di nascita, e ancora di più se potesse consigliarmi per quanto riguarda la vita professionale, e sentimentale. […]  In riferimento al lavoro, sono nel complesso soddisfatto ma mi piacerebbe fare un salto di qualità ed essere più produttivo. Mi sento in qualche modo bloccato. […] 
Il lato sentimentale si può dire che non sia mai veramente decollato, in quanto sono sempre stato single a parte una brevissima parentesi […]. 

Grazie per la cortese disponibilità!”

astro_2gw_roberto_dal_blog.37372.216647Innanzitutto vediamo come è disposto il Tema. Abbiamo un solo pianeta sopra l’orizzonte, in più uno dei due luminari: la Luna. Questa posizione le dà molta importanza perché si ritrova a fronteggiare tutti i pianeti sotto l’orizzonte da sola.

La parte alta di un cielo astrale indica ciò che la persona esterna, al contrario la zona sottostante indica l’introspezione. Abbiamo quindi una persona che esterna molto i propri sentimenti? Probabilmente sì, ma con qualche difficoltà. La Luna infatti è opposta, anche se in maniera molto larga a Plutone, quest’ultimo pianeta indica anche il subconscio e tende a mentire ed occultare.

Quando ho letto l’e-mail, in particolare la frase “Il lato sentimentale si può dire che non sia mai veramente decollato, in quanto sono sempre stato single a parte una brevissima parentesi a fine 2005”, la mia reazione è stata pensare “ha la Luna in Ariete” aspetto che conosco molto bene. Infatti, avevo ragione.

La Luna in Ariete non è molto facile da gestire visto che si trova nell’esaltazione del Sole. Il Segno è improntato ad agire, invece il pianeta vorrebbe restare passivo e ricevere. Spesso le persone con la Luna in Ariete hanno difficoltà ad approcciarsi ai sentimenti proprio per questo motivo, inoltre l’impulsività spesso porta a non riuscire a focalizzarsi su ciò che si vuole, si parte e si agisce in base a sentimenti troppo momentanei per far si che l’azione che ne consegue porti a risultati duraturi.

In questo specifico caso abbiamo una serie di trigoni che, benché non siano aspetti disarmonici, portano a una sorta di poca forza nell’affrontare delle difficoltà. Spiegandomi meglio, in un tema in cui i quadrati hanno la meglio, un soggetto nasce e vive nelle difficoltà, al contrario chi è particolarmente pieno di Trigoni tende ad avere la strada spianata. Queste due formazioni iniziali portano con il tempo ad una costante capacità di affrontare gli ostacoli per gli uni ed alla tendenza a non fare granché davanti a delle difficoltà che non si avevano mai affrontate in passato per gli altri. In parole povere i quadrati ti danno sì le difficoltà nei settori in cui poggiano, ma anche la forza per affrontare queste stesse difficoltà. I trigoni si comportano esattamente al contrario. “La vita è facile” ma non si ha l’energia per cambiare le situazioni che non ci vanno bene.

Detto ciò, abbiamo una Luna in Undicesima Casa che si è circondata di Trigoni. Visto il settore in cui si trova, penso che nella vita di questa persona le amicizie siano legate ad un fattore sentimentale molto forte, che viene indirizzato dal trigono Luna-Mercurio verso un legame anche a livello intellettuale, ma anche più giovani visto che quest’ultimo pianeta indica anche la gioventù. Coinvolgendo anche Marte, che non solo è trigono alla Luna ma è anche congiunto a Mercurio, potremmo fare un’ipotesi sul fatto che questo feeling a livello intellettuale sia anche dovuto all’energia scaturita dalle persone giovani, ancora bramose di imparare e che hanno davanti un percorso nel quale è ancora importante agire.

Se questa interpretazione ti sta piacendo, mercoledì prossimo potrai  leggere la seconda parte. Se invece vorresti vedere il tuo tema, SCRIVIMI!

URANO

Incontriamo ora il primo dei pianeti transaturniani, ovvero dopo Saturno. Questa rappresenta la categoria dei pianeti non più visibili ad occhio nudo dall’uomo.

Urano compie il giro dello zodiaco in 84 anni, ovvero circa 7 anni per segno. Il suo dominio è l’Aquario (maschile) ed il Capricorno (femminile). Lo troviamo in esilio nei segni opposti di Cancro e Leone. Per quanto riguarda l’esaltazione e la caduta non c’è una linea ufficiale, ma alcuni studiosi ipotizzano che siano rispettivamente Vergine e Pesci.

Essendo questo il primo pianeta al di fuori dell’orbita di Saturno si allontana completamente dal suo controllo e ne va a rompere i severi schemi. Urano odia le regole.

La parola Urano deriva da Ur origine e an soffio, infatti questa figura è legata all’origine degli dei dell’Olimpo. Si narra che Gea, la madre Terra, decise di partorirlo per far sì che lui fosse suo compagno per l’eternità. Urano però era eccessivamente turbato dall’idea di perderla così decise di uccidere tutti i figli nati dal loro rapporto. Ma spesso si incontra il proprio destino sulla strada intrapresa per evitarlo, così Gea decise di salvare il figlio Crono che poi evirerà il padre. Dopo questo improvviso, sanguinoso evento Urano si isolò e non ebbe più nessun rapporto con Gea.

Infatti Urano è anche questo, l’isolamento inteso come (auto)esclusione dalla massa. Urano ci tiene molto a distinguersi, spesso è originale o all’avanguardia, credo che a suo modo sia consapevole di esserne superiore. Di fatti è legato alle figure di geni incompresi.

L’energia uraniana, benché simile a quella di Marte, è dinamica e diretta. Porta caos senza preavviso, stravolge le situazioni stabili anche perché non è affatto amante dell’ordinarietà.

È importante notare come questo pianeta elimini tutto ciò che è di ostacolo ad un percorso, i moti rivoluzionari sono suoi figli ed Urano quale Maestro dell’Aquario vuole la libertà ad ogni costo, anche se macchiata di sangue, a tale scopo fa emergere i conflitti. Tutto questo avviene in tempi stretti, strettissimi; gli eventi portano uno scompiglio dal quale non si riesce, e spesso nemmeno si vuole, tornare indietro sono fulminei.

Può sembrare che Urano agisca solo nel male, ma non è affatto così: in questo pianeta troviamo l’attenzione verso i problemi degli altri e la sua energia si pone nell’ottica di risolverli basandosi su valori collettivi.

Chiedo alle Stelle: “Che rapporto avrà mia figlia con suo padre?”

Visto che l’idea sta piacendo sia a me che a voi, d’ora in avanti ci sarà un post il mercoledì dedicato alle vostre domande sui vostri temi natali. Ovviamente le risposte saranno pubblicate in forma anonima su zahrayakine.com.

 “Ciao Zahra! […] riesci a vedere che rapporto futuro avrà [mia figlia] col padre? Al momento è quasi inesistente… A presto e grazie”

POST-06-05-20202

Per vedere la figura paterna in un tema natale si devono analizzare innanzitutto due pianeti: Sole e Saturno.

Per quanto riguarda il Sole abbiamo non solo una posizione in Sagittario, ma anche nella Nona Casa che è quella del segno stesso.

Casa e Segno indicano il lontano, il Sole è visto anche come la propria energia vitale e benché la mela non cada lontano dall’albero, questo è proprio il caso in cui la mela rotola beatamente via.

L’aspetto del Sole con Chirone (che indica spesso delle ferite) mi fa pensare che il soggetto cercherà la propria identità lontano dalle proprie origini. In parole più semplici possiamo vedere il Sole in Nona come un padre lontano, aspetto enfatizzato da Saturno in Ottava Casa che indica un padre occulto, nascosto.

Inoltre, Saturno in questo caso è in Scorpione. Questo può portare ad un vedere il padre come una persona particolarmente severa se non addirittura cattiva.

Il Sole è comunque in aspetto armonico con Urano in Prima Casa, quindi considerando Urano come spaccatura, non abbiamo un’evoluzione sofferta della questione, anzi da questa scissione verrà fuori un’energia positiva che porterà il soggetto alla ricerca di sé stessa.

A tal proposito è giusto osservare attentamente l’aspetto di quadratura tra il Sole in Sagittario e Nettuno in Pesci congiunto all’Ascendente. Nettuno porta una buona dose di confusione e fantasia, in Prima Casa questo caos riguarda proprio la personalità. La ricerca della comprensione della figura paterna può essere uno dei percorsi importanti che si affronteranno nella vita; ricerca spinta proprio dalla quadratura che è un aspetto che effettivamente rappresenta un ostacolo, ma dà anche l’energia necessari per affrontare le prove a cui si è destinati.

SOLE

Arriviamo ora a dedicare un post al pianeta più importante tra quelli astrologici: il Sole.

Uno dei due Luminari assieme alla Luna indica il proprio segno zodiacale.

Il Sole ha una rivoluzione di un anno circa, dovuta dal movimento della Terra attorno alla sua stella. Il suo domicilio è nel segno del Leone e l’esaltazione in Ariete, infatti il suo elemento è il fuoco. Per contro troviamo l’esilio in Aquario e la caduta in Bilancia.

Il Sole rappresenta la propria innata energia vitale; è fondamentale vedere tutti gli aspetti con gli altri Pianeti e la Casa in cui cade per capire come quest’energia verrà incanalata.

Qui troviamo il principio Maschile, mentre quello femminile lo troviamo nell’altro luminare, la Luna.

Indicando la parte maschile indica anche le figure maschili che ruotano attorno alla persona che si sta analizzando: il padre, lo sposo, il fratello maggiore.

Per gli antichi rappresentava l’occhio destro, ovvero il modo in cui si vedono le cose con raziocinio.

L’età indicata da questo pianeta è quella adulta, il periodo in cui si andrà e realizzare i sogni che si avevano da bambini.

Gli aspetti del Sole sono fondamentali. Il carattere di una persona è segnato dal momento della propria nascita sotto ad un determinato segno, ma tutto questo non è sufficiente.

Per la cultura cinese il sole rappresenta lo Yin, il giorno, la luce bianca, la bontà, il positivo. Al contrario la Luna rappresenta lo Yan.

Nell’analisi di un tema si può capire molto della persona che si ha davanti, guardando qual è il rapporto del Sole con il resto del cielo.

Se questo viene appoggiato dagli altri pianeti, che ne irradiano l’energia ovunque, avremo una persona estroversa, generosa, che ha molta tendenza al comando, solitamente un comando da leader e non da caudillo. Al contrario un Sole ostacolato porterà a non far fuoriuscire quest’energia e avremo una persona molto più introversa.

Il Sole infatti è il modo in cui agiamo consciamente.

Il fatto che il Sole abbia il suo domicilio in Leone la dice lunga sul tipo di modi che ha un tipo solare: controllati. La compostezza vuol dire molto perché è vero che si vuole essere al centro dell’attenzione, ma in senso positivo.

Vi lascio con una frase che mi ha colpito molto leggendo del Sole e del tipo solare:

 

“L’individuo solare è spesso buon padre e pessimo marito.”